Chi siamo

Il collettivo “SE” si è costituito nel 2017 in provincia di Savona su una terrazza in altura, il mare in lontananza, vermentino e buon cibo. Era estate, scorrevano diapositive del 1988.

Tutti i componenti hanno un legame con la Repubblica Centrafricana, diretto o di rimbalzo. Sono persone competenti in ambiti diversi e molto curiose.

A CHE SCOPO CI RIUNIAMO

Compiere ricerche e coltivare la memoria storica dei “giornalisti” che tra il 1988 ed il 1989 osarono pubblicare SE, un periodico nella savana ai piedi del monte Panà, situato nel villaggio di Ngaoundaye, in Centrafrica. I giornalisti di SE pretesero anche di venderlo, ed i Panà – straordinario popolo di contadini che vivevano in case con tetto di paglia, senza luce elettrica e rifornendosi di acqua alle pompe- lo comprarono.
Negli anni la vita di ognuno di loro divenne paradigmatica del ruolo della società civile del Paese poiché tutte e tutti rivestirono ruoli simbolici che permettono oggi di ricostruire 30 anni di storia.

COSA VOGLIAMO

Attraverso l’analisi delle vite e delle morti dei “giornalisti” di SE – dallo studio dei loro primissimi semplici scritti ai loro progetti professionali e politici- offrire una risposta su cosa sta muovendo l’epica ondata migratoria dall’Africa nera.

STRUMENTI DI CONDIVISIONE DEI MATERIALI

Questo sito.
Il libro che stiamo scrivendo.
Serate con proiezione di un video e dibattito.

IL COLLETTIVO ZOUKPANA

È formato da nove studentesse e studenti dell’università di Bangui appartenenti a nove facoltà diverse. Hanno ricevuto una piccola borsa lavoro, corrispondente al prezzo di un posto letto al campus, per un anno si sono impegnati ad inviare articoli, fotografie, video, vignette, quanto crederanno interessante sulla vita politica, sociale, culturale della Repubblica Centrafricana.
Il materiale sarà divulgato assicurando il loro anonimato.