I 22 candidati alle elezioni presidenziali

Sylvain Patassé, figlio del defunto presidente Patassé.
Partito: Centrafrique Nouvel elan C.A.N.E.

 

 

Anicet-Georges Dologuélé, già primo ministro di Patassé, economista, presidente del Partito per il Rinnovamento Centrafricano.
Seconda candidatura

 

 

Abdou Karim Meckassou, più volte ministro, presidente del parlamento dal 2016 al 2018, destituito con una petizione.
Seconda candidatura

 

 

Alexandre-Ferdinand Nguendet, già presidente del consiglio nazionale di transizione dal 2013 al 2016, avvocato, si presenta per il partito RPR ressemblement pour la Republique

 

Aristide Brian Reboas, Partito Cristiano democratico, scrittore diplomato al centro di studi diplomatici di Parigi ed alla scuola di studi sui diritti dell’uomo.

 

Armel Ngatoulum Saio, alto graduato dell’esercito, ha creato il gruppo armato RJ rivoluzione e Giustizia per combattere i Seleka. Attuale ministro dopo l’accordo di riconciliazione del 2019

 

Bertrand Kemba, esperto contabile, ha creato e dirige una società di consulenza e revisione dei conti a Parigi. Presidente di ARENA, alleanza per la rinascita e l’emergenza

 

Catherine Samba-Panza, avvocato, già sindaco di Bangui, presidente di transizione dal 2014 al 2016. Unica donna candidata

 

Crepin Mboli Goumba, avvocato specializzato in diritto d’impresa, si presenta per il partito PATRIE, partito africano per la trasformazione radicale e l’integrazione degli stati

 

Cyriaque Gonda, già ministro sotto Bozizé e dallo stesso incaricato del disarmo dei ribelli nel nord del Centrafrica. Partito Nazionale per un Nuovo Centrafrica

 

Désiré Kolingba, economista, figlio del defunto presidente André Kolingba, già ministro di Bozizé, candidato alla presidenza di transizione. Partito RDC Ressemblement Democratique Centrafricaine

 

Élois Anguimaté, scrittore e uomo politico, è stato più volte ministro dal 1993. Seconda candidatura per il partito CN convention national
Faustin-Archange Touadéra, classe 1957, matematico, presidente in carica; già primo ministro di Bozizè per 5 anni. Movimento Cuori Uniti

 

Francois Bozizé, presidente dal 2003 al 2013, al potere per colpo di Stato. Cacciato nel 2013 da Michel Djotodia, capo dei Seleka per colpo di stato. Si candida per il partito Kwa Na Kwa

 

Freddy Michel Goungassuà, partito dei Salvatori del Centrafrica PSC. Impresario della Società Global Training import export con sede a Parigi

 

Jean Michel Mandaba, seconda candidatura dopo il 2011. Presidente della CN, Convenzione Nazionale

 

Jean Serge Bokassa, figlio dell’imperatore Jean Bedel Bokassa, ministro sia di Bozizé che di Touaderà. Movimento Kodro ti mo kozoni si, Il tuo paese prima di tutto

 

Mahamat Kamoun, classe 1961, finanziere, già primo ministro di transizione 2014-2016. Movimento politico Be Afrika ti e Kwe, centrafrica di tutti noi

 

Martin Ziguélé, presidente del Movimento Liberazione popolo Centrafricano, primo ministro di Patassé, è alla sua quarta candidatura

 

Nicolas Tiangaye, 1956, avvocato fondatore della Lega Centrafricana dei Diritti dell’Uomo e la Convenzione Repubblicana per il Progresso Sociale CRPS. Nel 2013 primo ministro di transizione

 

Serge Djorie, 42 anni, medico ricercatore, già capitano dell’esercito nazionale. Collettivo per l’alternanza Politica per un nuova Centrafrica, CAPNCA